Grandi nomi nella stagione teatrale 2023/24

Grandi nomi nella stagione teatrale 2023/24


Alessandro Haber, Giuliana De Sio, Vanessa Incontrada, Giuseppe Zeno, Francesco Montanari, Debora Villa. Ad Altopascio si rinnova l’appuntamento con il teatro: la stagione 2023/24 del Teatro Giacomo Puccini, al via dal 12 novembre, chiama a raccolta grandi nomi per un programma da tutto-esaurito. Un cartellone multidisciplinare, con prosa, danza e musica, realizzato, come sempre, dal Comune di Altopascio in collaborazione con la Fondazione Toscana Spettacolo onlus.

IL PROGRAMMA. Si comincia domenica 12 novembre con Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto di Lina Wertmuller, con Euridice Axen e Giuseppe Zeno.
La forza dell’opera è data dallo sguardo esterno e disincantato, ma allo stesso tempo ironico, grottesco e umoristico, con cui la regista, Lina Wertmuller, ha evidenziato le grandi contrapposizioni sociali rappresentate dai due protagonisti della storia: il marinaio siciliano Gennarino e la bella milanese Raffaella, i quali, travolti dal destino finiscono naufraghi su un’isola deserta. Ed è proprio in un luogo lontano dal mondo civilizzato, dagli stereotipi culturali, dalle barriere sociali, dove la natura impone le sue regole, che i due dispersi trovano inaspettatamente l’amore l’uno per l’altra.

Mercoledì 29 novembre, l’Orchestra da Camera Fiorentina, diretta da Giuseppe Lanzetta, presenta Omaggio a Michael Jackson. L’orchestra da camera fiorentina si è costituita nel 1981 per volontà del maestro Giuseppe Lanzetta, suo attuale direttore stabile, con l’obiettivo di diffondere la conoscenza del repertorio sinfonico e cameristico. Nel giro di pochi anni l’Orchestra si è imposta all’attenzione della critica nazionale ed internazionale grazie a numerosi concerti tenuti sia in Italia, per le più importanti Istituzioni Musicali, che all’estero nelle varie tournée. È costituita da circa 40 elementi in grado di strutturarsi anche in agili formazioni cameristiche.

Martedì 12 dicembre, Francesco Montanari e Cristiano Caccamo portano in scena Sesto Potere. Nascita di una democrazia violata dall’odio, dal denaro e dalla vendetta di Davide Sacco. In un garage tre ragazzi lavorano per creare fake news e manipolare la campagna elettorale. È l’ultima sera prima del silenzio elettorale e i sondaggi sono a loro favore, ma crollano drasticamente quando un giornalista molto seguito distrugge in diretta televisiva il vicesegretario del partito che li paga. I tre capiscono che l’unico modo per riportare la situazione a loro favore è screditare direttamente il giornalista e in pochi minuti investono migliaia di euro per mettono in rete la notizia che il giornalista ha preso dei soldi per pilotare la campagna elettorale.

La musica torna protagonista mercoledì 10 gennaio con From Puccini with love, prodotto Orchestra Archè Società Cooperativa. Il repertorio di Giacomo Puccini riproposto attraverso arrangiamenti originali per un quintetto di fiati, per rendere fruibile ad un pubblico più ampio le pagine indimenticabili della musica classica e dell'opera lirica, fino ad arrivare a forme musicali più moderne e contemporanee.


La signora del martedì, di Massimo Carlotto, è lo spettacolo con Alessandro Haber e Giuliana De Sio in cartellone domenica 28 gennaio. Un testo intriso di torbida sensualità, ma anche di dolcezza e di grazia, arricchito da un’ironia elegante e tagliente che produce leggerezza e sorriso. Uno stato di tensione, di trepidazione, attraversa tutto lo spettacolo e ci accompagna fino all’imprevedibile conclusione, lasciandoci senza fiato, legati per sempre a questi meravigliosi personaggi nati dall’immaginazione di Massimo Carlotto, una delle penne più efficaci e profonde del nostro tempo, investigatore instancabile del crinale tra il bene e il male.


Mercoledì 14 febbraio al Puccini va in scena Esaurimento globale, di e con Debora Villa.

Debora Villa è esaurita e fin qui niente di nuovo, ma cosa succede nel momento in cui si accorge di non essere affatto sola, perché in un modo o nell’altro esauriti lo siamo tutti? Siamo di fronte a un esaurimento globale collettivo, ma forse se riusciamo a rimbalzare appena prima di toccare il fondo rinasceremo come qualcosa di nuovo perché, se siamo la causa del nostro esaurimento, possiamo essere la fonte della nostra energia.


Spazio alla danza, giovedì 29 febbraio, con le coreografie di Francesca Selva in Niente che sia oro resta. Liberamente ispirato al romanzo Outsiders, la frase del poeta Robert Frost, che dà titolo allo spettacolo, vuole sottolineare la fugacità e la fragilità dell’esistenza umana, tema questo caro a Francesca Selva che sempre fa riferimento alla caducità dell’uomo. In scena quattro danzatori, una quotidianità, normale ma nello stesso tempo sublime nella sua semplicità. Con la leggerezza del commento musicale, ispirato alle sonorità barocche che lasciano un senso di impercettibile malinconia, a tratti beffarda nella sua sontuosità.


Mercoledì 6 marzo è il momento di Giorni felici di Samuel Becket. Uno spettacolo di Massimiliano Civica con Roberto Abbiati e Monica Demuru.

Una donna è sepolta dentro un monticello di sabbia, prima fino al busto, poi fino al collo. Suo marito vive in una cavità del cumolo di sabbia, alle spalle della moglie.

Lo spettacolo inizia, la donna si sveglia al suono di un campanello, sorride e dice: “Un altro giorno divino”. E affronta una nuova giornata, provando a cavarsela e ad essere felice, come facciamo tutti. Se Winnie non fosse sepolta in quel monticello di sabbia, Giorni felici potrebbe benissimo essere una commedia all’italiana sulla vita di coppia. Quel monticello di sabbia è il colpo di genio di Beckett, quello che permette agli spettatori di scorgere l’assurdità della commedia dei nostri giorni felici.


La stagione teatrale si chiude lunedì 25 marzo: Vanessa Incontrada e Gabriele Pignotta sono i protagonisti di Scusa sono in riunione… ti posso richiamare?

Scusa sono in riunione... ti posso richiamare? è un’attuale e acutissima commedia degli equivoci che, con ironia, ci invita a riflettere sull’ossessione della visibilità e sulla brama di successo che caratterizzano i nostri tempi. Una commedia geniale, travolgente assolutamente da non perdere!



GLI SPETTACOLI. Tutti gli spettacoli inizieranno alle 21. Da domani, giovedì 20 ottobre, fino a inizio stagione, giovedì 10 novembre, è aperta la campagna abbonamenti.

I biglietti per i singoli spettacoli potranno essere acquistati alla biglietteria del Cinema Teatro Giacomo Puccini nei tre giorni precedenti lo spettacolo, dalle 17 alle 20, e il giorno stesso, fino a un’ora prima dell’inizio.

Sono previsti sconti e riduzioni per over65, studenti fino all’ultimo anno della scuola secondaria di secondo grado, possessori della Carta dello spettatore FTS (solo per i biglietti).

Gli studenti universitari in possesso della carta “Studente della Toscana” e gli under35 (“Biglietto futuro” in collaborazione con Unico Firenze) hanno diritto al biglietto ridotto a 8 euro.


Per eventuali ulteriori informazioni: Cinema Teatro Giacomo Puccini, via Regina Margherita, 17-19; 0583.217601; Biblioteca Comunale “A.Carrara”, piazza Vittorio Emanuele, 23; 0583.216280;0583.216455;teatro.puccini@comune.altopascio.lu.it;www.comune.altopascio.lu.it.

campagna abbonamenti

da giovedì 12 a domenica 22 ottobre

abbonamenti

platea intero € 110 / ridotto € 90

galleria intero € 90 / ridotto € 75

under 35 € 50

speciale scuole € 45

biglietti

platea intero € 20 / ridotto € 17

speciale scuole € 7




Gli appuntamenti per le famiglie


Due gli appuntamenti con la danza, il sabato alle 16:30, dedicati ai più piccoli e alle famiglie

Sabato 20 gennaio in scena Butterfly, opera in tre atti liberamente tratta da Madama Butterfly di Giacomo Puccini. Progetto e realizzazione di Kinkaleri/Massimo Conti, Marco Mazzoni, Gina Monaco, con Yanmei Yang, Marco Mazzoni. Età consigliata: dai 7 anni.

Sabato 2 marzo al Puccini da Hans Christian Andersen arriva Diario di un brutto anatroccolo di Tonio De Nitto. Una produzione Factory Compagnia Transadriatica/TIR Danza/Fondazione Sipario Toscana, con Ilaria Carlucci, Francesca De Pasquale, Luca Pastore e Fabio Tinella.



biglietti

posto unico € 5